Il possibile ammazzademoni di Tengen segna l’interferenza del veleno di Gyutaro

Il ritorno di Tengen Uzui alla serie Demon Slayer ha scatenato un dibattito molto ampio, in quanto ha segnato la sua ultima apparizione nello show. Nonostante fosse un ex Sound Hashira, ha preso la decisione di ritirarsi dal Corpo in seguito alla perdita del braccio e alle ferite riportate durante la sua battaglia contro Gyutaro e Daki. Sebbene il suo contributo sia stato cruciale nello sconfiggere i demoni Upper Moon 6, Tengen ha dato priorità al tempo trascorso con le sue mogli piuttosto che rischiare ulteriormente la sua vita.

Nonostante l’evidente forza di Tengen Uzui durante la battaglia, Tanjiro è stato in grado di attivare il Marchio dell’uccisore di demoni mentre il suo avversario non ci è riuscito. Questa svolta inaspettata degli eventi ha suscitato curiosità tra i fan, portandoli ad analizzare il combattimento per comprendere il motivo dietro l’incapacità di Tengen Uzui di risvegliare il Marchio. Una teoria è emersa come possibile spiegazione di questo fenomeno.

Il tema centrale della teoria è incentrato sulle sfide affrontate da Tengen nelle sue battaglie, influenzate dall’uso del veleno da parte del demone Upper Moon attraverso la sua Blood Demon Art.

La teoria dietro l’incapacità di Tengen Uzui di risvegliare il suo marchio di cacciatore di demoni

Tengen Uzui come visto nella serie anime (immagine tramite Ufotable)
Tengen Uzui come visto nella serie anime (immagine tramite Ufotable)

Come accennato in precedenza, il fattore principale che impediva a Tengen Uzui di risvegliare il suo Marchio era la natura della battaglia. Il suo avversario era abile nell’uso del veleno, che aveva infuso nel suo sangue. Ciò gli ha permesso di creare proiettili mortali e armi capaci di uccidere gli esseri umani con un solo graffio.

Nonostante i migliori sforzi di Uzui, non fu in grado di eludere ogni singolo attacco di Gyutaro. Inevitabilmente, il corpo di Tengen era ancora colpito dal veleno, ma Uzui fece del suo meglio per rallentarne la circolazione.

Tengen ha dovuto diminuire la frequenza cardiaca per ritardare la diffusione del veleno. Anche se questo potrebbe potenzialmente prolungare gli effetti del veleno, gli ha impedito di raggiungere il suo pieno potenziale. Uno dei requisiti per liberare il Marchio era aumentare la sua frequenza cardiaca a oltre 200 battiti al minuto, oltre ad aumentare la sua temperatura corporea oltre i 102 gradi Fahrenheit.

Gyutaro come visto nella serie anime (Immagine via Ufotable)
Gyutaro come visto nella serie anime (Immagine via Ufotable)

Sebbene queste condizioni abbiano il potenziale per essere fatali, coloro che sono in grado di sopportarle ottengono la capacità di sbloccare il Marchio e sfruttare i poteri in grado di sconfiggere un demone. Se Tengen non fosse stato avvelenato da Gyutaro durante il loro combattimento, è probabile che sarebbe stato in grado di sbloccare il Marchio come ex Sound Hahsira.

Nonostante fosse stato sottoposto per anni ad un intenso addestramento ninja, le abilità fisiche di Tengen Uzui erano impareggiabili. Era conosciuto come uno degli Hashira più veloci dell’organizzazione e possedeva abbastanza talento per sbloccare il Marchio. Tuttavia, le condizioni necessarie non furono soddisfatte, con conseguente impossibilità di Tengen Uzui di accedere al Marchio. Questa popolare teoria dei fan, che circola online, fornisce una spiegazione logica per la sua incapacità di attivare il Marchio.

Tieniti aggiornato con le ultime notizie su anime e manga mentre il 2024 continua.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *